Valerio Gardoni

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sono nato nella Bassa Bresciana e vivo in un cascinale nascosto fra gli alberi in riva al fiume, ai piedi dello splendido borgo seicentesco di Monticelli D’Oglio (BS).

Ho mosso i miei primi passi verso la natura attraverso lo scoutismo.

A 15 anni ho incontrato il mio grande amore: la canoa, o meglio il kayak, facendo la prima discesa del fiume Oglio.

Da allora moltissima acqua è passata sotto il mio kayak. Dal fiume di casa ai fiumi del mondo, affrontando vie d’acqua difficili e turbolente. Ho partecipato a moltissime spedizioni esplorative internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti.

Sono alpinista, guida fluviale, istruttore* e mi muovo il più possibile nel pieno rispetto del mondo che mi circonda. Una vita avventurosa, impegnativa, a volte rischiosa, ma anche un ritorno vero e semplice alla natura, alla ricerca di un rapporto umano più ampio e più profondo con chi è attorno a me. Ho fatto anche lunghi cammini sulle tracce degli antichi pellegrini.

I miei viaggi nel tempo e nello spazio nei quattro angoli del mondo sono divenuti percorsi di ricerca, la fotografia il mezzo per cogliere ciò che non si vede: una necessità di far emergere la dignità dei popoli attraverso immagini e racconti.

Da diversi anni mi occupo di progetti culturali e di valorizzazione della natura e del territorio, collaborando con istituzioni ed enti locali, associazioni, fondazioni ed istituti scolastici.

* Guida fluviale, istruttore e formatore F.I.C.T. (Federazione Italiana Canoa Turistica), guida Rafting F.I.R (Federazione Italiana Rafting)